Follow us on:

All’Ambasciatore Lama in Italia le viene conferita la Medaglia al merito del Volontariato

Venerdì, 9 novembre 2018, L’Ambasciatore della Repubblica del Kosovo in Italia, S.E. Alma Lama viene premiata con la Medaglia al merito del Volontariato dall'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco Volontari. Questo premio concerne il suo contributo per la democrazia dei media in Kosovo, e il sostegno delle cause delle donne. La cerimonia si è tenuta presso il Senato della Repubblica italiana, dal Presidente Nazionale, Ing. Luca Bonello e dal Prefetto Bruno Frattasi. Erano presenti tanti rappresentanti delle istituzioni italiani civili e militari

Con l’occasione, l'Ambasciatore Lama ha espresso di essere molto onorata per la valutazione del suo lavoro. “Vorrei ribadire, stasera, di fronte a voi, - afferma l’Ambasciatore Lama, - che io rappresento un popolo sopravvissuto ad un decennio di apartheid serbo, soltanto, grazie al volontariato e alla solidarietà, in condizioni straordinarie, in un periodo, quando tutti gli albanesi del Kosovo sono stati esclusi dal lavoro e dal sistema. Allo stesso modo, siamo stati salvati dalla solidarietà e dalla generosità dei Paesi dell'Alleanza del Nord Atlantico, di cui fa parte anche l'Italia, quindi, vorrei ringraziarvi tanto in merito.”

In questa cerimonia è stata premiata anche la Croce Rossa del Kosovo per il suo importante contributo. Il premio è stato consegnato al Presidente dell'Associazione, Feride Hyseni.

Anche quest'anno l'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco Volontari, a cui precedentemente è stata conferita la medaglia dal Presidente della Repubblica, ha premiato tante personalità italiane che hanno dato preziosi contributi anche per le attività umanitarie. Tra loro era presente anche il celebre cantante italiano Andrea Bocelli, premiato per la beneficenza; Navy Seal della Thailandia, per il salvataggio di dodici bambini bloccati nella grotta; così come la figlia di una coppia polacca che aveva salvato decine di ebrei dal nazismo, nascondendoli nello zoo. Tra l’altro, da questa storia hanno tratto anche un famoso film.

Questo è il secondo premio in onore dell'Ambasciatore Lama in Italia, per quanto riguarda il suo lavoro e la sua attività in Kosovo.